Rifugio Remondino

Piemonte - Alpi Marittime - Valle Gesso - Vallone di Assedras

2430 mt slm

Il rifugio, proprietà del CAI di Cuneo, porta il nome di Franco Remondino, sottotenente degli Alpini e giovane promessa dell’alpinismo cuneese che perse la vita nel 1931, a ventuno anni, scalando con il compagno tenente Erasmo Vivarelli la parete sud-est della Rocca Gialeo.
In sua memoria fu costruito un bivacco a forma di semibotte con 12 posti che fu inaugurato il 30 settembre 1934. Negli anni sessanta fu decisa la costruzione di un vero e proprio rifugio in muratura, più ampio e capiente. Importanti lavori di ristrutturazione sono stati ultimati nel 2000.

La struttura attuale dispone di 46 posti letto in sei camere e un dormitorio. Dispone di servizi igienici interni ed esterni, doccia con acqua calda e servizio telefonico. Un grande terrazzo esterno con una trentina di posti ed una magnifica fontana su una bella e soleggiata placca granitica.
Nel periodo di chiusura è disponibile un locale invernale con 12 posti letto con coperte e materassi. Il locale, situato sotto il tetto, si raggiunge con una scala metallica esterna al rifugio. Il bivacco invernale, per le vigenti normative non è dotato di riscaldamento, gas, acqua corrente ed elettricità.

 Accesso stradale

Da Torino con l’autostrada Torino-Savona uscire al casello di Fossano.

Seguire la SS 231 di S.Vittoria per Cuneo; quindi la SS 20 del Colle di Tenda e Valle Roya fino a Borgo S.Dalmazzo e la Provinciale della Valle Gesso raggiungendo Terme di Valdieri per poi proseguire verso il Pian della Casa.

Per chi proviene dalla Liguria, seguire l’autostrada A6 fino a Mondovì e di qui raggiungere Borgo S. Dalmazzo.

Per chi proviene da Nizza o Ventimiglia seguire la Valle Roya, il tunnel del colle di Tenda e la SS 20 fino a Borgo S. Dalmazzo.
Con mezzi pubblici:

In ferrovia fino a Cuneo o Borgo S. Dalmazzo (orari: Trenitalia ), poi in bus fino a Terme di Valdieri (orari: Autolinee Nuova Benese, tel. +39 0171 692929).

Accesso al Rifugio

All’imbocco del Pian della Casa del Re (1735 m, noto più semplicemente come Pian della Casa), si trascura il sentiero sulla destra per il Colle di Ciriegia e i laghi di Fremamorta e, tenendosi sulla sterrata, si prosegue fino ad incontrare sulla sinistra, l’evidente sentiero per il Rifugio Remondino ed il Colle del Mercantour.

Il sentiero, recentemente ristrutturato in maniera impeccabile dalle squadre forestali della Regione Piemonte, si mantiene dapprima vicino al fondo del pianoro, tra ginepri e radi larici,  per poi piegare a sinistra e seguire il corso del torrente. Si incomincia ora una ripida risalita a stretti tornanti lungo un costone roccioso; faticosi tratti scalinati conducono alla passerella che attraversa il torrente proveniente dal Vallone dell’Assedras. Ancora alcuni tornanti e si raggiunge il bivio, sulla destra, per il Colle del Mercantour.
Trascurata la diramazione, con una svolta decisa verso nord il sentiero porta a riattraversare il rio, quindi prosegue a lungo l’ascesa con numerosi tornanti tra rocce, erba e radi larici. Un ultimo traverso porta all’ultimo tratto sotto il rifugio, che viene percorso con ripida salita e numerosi tornantini sino ad arrivare al rifugio (2464 m), posto in posizione dominante sulla vallata e punto panoramico eccezionale.

Il rifugio si trova nel Parco Naturale delle Alpi Marittime. E’ facile incontrate attorno al rifugio branchi di stambecchi e spesso durante la salita nelle ore iniziali o finali della giornata camosci e mufloni (quest’ultimi provenienti dal confinante Parco Nazionale del Mercantour)

Franca Torre Gabarrou

Tel. Rifugio: +39 0171 97327
Tel. Gestore: cell. +39 328 5440495 Abitazione : +39 0172 473379

Posti letto 48
APERTURA: ultimi fine settimana di maggio e primi di giugno su prenotazione (meteo permettendo).
Dal 15/6 al 15/9 continuato.
Dal 15/9 in avanti su prenotazione (meteo permettendo).

Locale invernale: non gestito, 12 posti, sempre aperto con a disposizione materassi e coperte.

info@rifugioremondino.it
Sito web: http://www.rifugioremondino.it
FacebookTwitterWhatsApp